covid19

home / Archivio / Fascicolo 4 - 2020


Fascicolo 4 30/07/2020

leggi fascicolo indice fascicolo
L´incontrollabile espansione dell´irripetibilità
di Mariangela Montagna, Professore Associato di Diritto processuale penale - Università degli Studi di Perugia

Il complesso ed ampio tema dell’irripetibilità, nelle sue diverse sfaccettature che l’ordinamento processuale varato nel 1988 delineò, ha visto in questi 30 anni di vita del codice di rito susseguirsi molteplici e rilevanti mutazioni, in linea con le principali riforme che hanno riguardato il processo penale. Nello scritto si esaminano le modalità attraverso cui ...

Novità legislative interne
di Ada Famiglietti

     
Scenari

Novità sovranazionali
di Daniela Vigoni

Scenari

De jure condendo
di Nicola Triggiani

Scenari

Corte europea dei diritti dell´uomo
di Andrea Sivier

Scenari

Corte di giustizia UE
di Francesca Dri e Elisa Grisonich

Scenari

Corte costituzionale
di Francesca Proia

Scenari

Sezioni unite
di Teresa Alesci

Scenari

Decisioni in contrasto
di Paola Corvi

Scenari

Rassegna bibliografica
di Marilena Colamussi

Scenari

Divieto di utilizzabilità delle intercettazioni telefoniche in procedimenti diversi: le Sezioni Unite scelgono la via garantista
di Maria Simona Chelo, Avvocato. Dottore di Ricerca in Diritto processuale penale interno, internazionale e comparato

Chiamate a risolvere un annoso e mai sopito contrasto interpretativo, le Sezioni Unite della Corte di cassazione hanno finalmente fornito la definizione di “procedimento diverso”, ristabilendo la legalità costituzionale nel doveroso, ma non sempre facile bilanciamento tra i diritti fondamentali dell’individuo e l’interesse pubblico primario ...
Avanguardie

Tutela della salute in carcere ed esigenze cautelari: la Corte di cassazione afferma il diritto dell´imputato detenuto alla visita del medico di fiducia
di Mario Peraldo, Dottorando di ricerca in Procedura penale - Università degli Studi di Genova

Con la pronuncia in epigrafe la Corte di cassazione riconosce il diritto dell’imputato detenuto a ricevere in carcere, a proprie spese, le visite e le cure di medici specialisti di fiducia. La visita del sanitario costituisce, infatti, proiezione del diritto fondamentale alla salute garantito dall’art. 32 della Costituzione. Di particolare interesse è ...
Avanguardie

La circolazione della consulenza tecnica svolta nel processo civile non definito con sentenza irrevocabile
di Lorenzo Agostino, Dottorando di ricerca in Diritto processuale penale - Università degli Studi di Genova

Con la sentenza in commento, la Corte di cassazione ha affermato l’acquisibilità, ai sensi dell’art. 234 c.p.p., della con­sulenza tecnica svolta in un processo civile non concluso con sentenza irrevocabile in quanto, in quella sede, la con­sulenza non è considerata un mezzo di prova, bensì un mero strumento di ausilio del giudice, con la conseguenza che ...
Avanguardie

Videosorveglianza e prova: una questione di attendibilità
di Giorgia Padua, Dottoranda di ricerca in Diritto Pubblico (indirizzo penalistico) - Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Le videoriprese eseguite da soggetti privati sono prove documentali utilizzabili ai fini della decisione. Tuttavia, le modalità di apprensione dei contenuti in sede investigativa si riflettono sulla loro attendibilità rappresentativa al momento della valutazione. Infatti, sebbene il mancato rispetto delle tecniche di informatica forense per l’estra­zio­ne e la ...
Avanguardie

La nuova disciplina delle intercettazioni: alla ricerca di una lettura sistematica
di Francesca Ruggieri, Ordinario di diritto processuale penale - Università degli Studi dell’Insubria, Como-Varese

L’Autrice ricostruisce la riforma, di cui il legislatore ha di recente procrastinato l’entrata in vigore a inizio settembre, riflettendo sui diversi “bilanciamenti” tra diritti alla riservatezza ed esigenze investigative che, dopo le numerose interpolazioni sino ad oggi intervenute, caratterizzeranno domani le intercettazioni di comunicazioni e conversazioni anche per ...
Dibattiti tra norme e prassi

Consentito e “riservato” il colloquio in carcere con il difensore straniero?
di Francesca Romana Mittica, Dottore di ricerca in Diritto pubblico - Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Il diritto del detenuto di conferire riservatamente con il proprio difensore non va mai autorizzato ma costituisce una “garanzia” indefettibile per esercitare in modo compiuto la difesa; la violazione di tale diritto genera ripercussioni deleterie sull’intera vicenda processuale. Tuttavia, la captazione dei colloqui in carcere tra imputato e difensore sembra legittima laddove il ...
Dibattiti tra norme e prassi

Indagini preliminari e intelligenza artificiale: efficienza e rischi per i diritti fondamentali
di Michele Pisati, Dottorando di ricerca in Diritto processuale penale - Università Cattolica del Sacro Cuore

Il ricorso alle tecnologie di intelligenza artificiale nelle indagini preliminari consente maggiore efficienza e celerità nell’attività di analisi di grandi masse di informazioni. Al contempo rivela rischi non trascurabili per le garanzie fon­damentali dell’accusato. È muovendo anche da questo assunto che la Commissione europea, in un documento del febbraio ...
Analisi e prospettive

Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e stato di detenzione. Quando cambiare si può
di Luciano Calò, Dottore di ricerca in Diritto e processo penale; docente a contratto in Diritto processuale penale - SSPL Università del Salento; docente a contratto in Diritto penale - Università del Salento

Il tema della compatibilità tra misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e stato di deten­zio­ne è stato, da sempre, al centro di un vivo dibattito. L’Autore ripercorre le argomentazioni utilizzate dagli orien­ta­men­ti contrapposti e, alla luce delle profonde evoluzioni, legislative e giurisprudenziali, si interroga sulla ...
Analisi e prospettive


  • Giappichelli Social