Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più

processo penale e giustizia

direzione di Adolfo Scalfati

biblioteca univ bologna

melk abbey austria (1)

photo (1)

oxford univ library

photo (2)

photo

Incidente di esecuzione – declaratoria di incostituzionalità – trattamento sanzionatorio – rideterminazione della pena – prescrizione del reato. Il giudice dell’esecuzione, adito per la rideterminazione della pena a seguito di una sentenza di incostituzionalità che incide sul trattamento sanzionatorio, deve non solo intervenire sulla stessa misura della pena, ma deve anche [...]
Nuove contestazioni dibattimentali - Fatto diverso - Omessa previsione della facoltà dell'imputato di chiedere l'applicazione di pena ex art. 444 c.p.p. - llegittimità costituzionale parziale E' costituzionalmente illegittimo l’art. 516 del codice di procedura penale nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della [...]
Sequestro probatorio di un computer - ricorso per cassazione avverso ordinanza del riesame di conferma - carenza di interesse - ammissibilità- condizioni Le Sezioni Unite hanno stabilito che il ricorso per cassazione avverso l'ordinanza del tribunale del riesame di conferma del sequestro probatorio di un computer o di un supporto informatico, nel caso in cui il bene è stato restituito previa [...]
Sequestro preventivo - sentenza - confisca - terzo proprietario del bene - restituzione - mezzi di impugnazione Secondo le Sezioni Unite, il terzo estraneo al giudizio di cognizione, proprietario del bene oggetto di sequestro preventivo del quale sia stata disposta con sentenza la confisca, prima dell'irrevocabilità della sentenza, può chiedere al giudice della cognizione la restituzione del [...]
Giudizio di rinvio - deposito ordinanza del Tribunale del Riesame - termini - decorrenza Nel giudizio di rinvio a seguito di annullamento dell'ordinanza che ha disposto o confermato la misura coercitiva, il tribunale del riesame non può disporre il deposito della ordinanza entro un termine superiore ai giorni trenta di cui all'art. 311, comma 5 bis, neppure nel caso di particolare complessità [...]
Redazione della sentenza - termini - sospensione periodo feriale - ammissibilità - condizioni Le Sezioni Unite hanno stabilito che i termini per la redazione della sentenza non sono soggetti alla sospensione feriale.
Introduzione del delitto di tortura nell'ordinamento italiano. (GU n.166 del 18-7-2017) APRI PDF
Giusto processo - garanzie difensive - trattamento carcerario - divieto di tortura Le garanzie sancite all’articolo 6 §3 CEDU integrano aspetti concreti e sostanziali del generale principio ad un equo processo affermato dal comma 1 del medesimo articolo. Le censure relative alla violazione di entrambi i commi devono, pertanto, essere valutate in maniera congiunta e sistematica. In ogni caso, [...]
Istanza di rinvio – impedimento del difensore – concomitante impegno professionale – omessa valutazione – nullità assoluta – violazione del diritto di difesa L’omessa valutazione dell’istanza di rinvio dell’udienza formulata dal difensore dell’imputato, per impedimento del difensore conseguente a concomitante impegno professionale, determina la nullità assoluta ai sensi [...]
Immediata declaratoria delle cause di non punibilità - giudizio di cassazione - ammissibilità L'obbligo di immediata declaratoria delle cause di non punibilità vale anche in sede di legittimità, tanto da escludere che il vizio di motivazione della sentenza impugnata, che dovrebbe ordinariamente condurre al suo annullamento con rinvio, possa essere rilevato dalla Corte di cassazione che, in [...]
Giudizio – correlazione tra imputazione contestata e sentenza – rispetto – limiti L'esigenza di adeguare la contestazione al fatto come accertato all'esito della istruttoria dibattimentale, sorge solamente se (a seguito della acquisizione istruttoria che ha comportato appunto l'accertamento di uno scarto naturalistico fra la descrizione del fatto quale risultante dalla contestazione ed il [...]
Norme di attuazione della direttiva 2014/41/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 aprile 2014, relativa all'ordine europeo di indagine penale. (GU n.162 del 13-7-2017) APRI PDF
Prove - diritto di difesa – obbligo di motivazione L'art. 6 § 1 della Convenzione obbliga i giudici nazionali ad indicare, con sufficiente chiarezza, i motivi su cui basano le proprie decisioni. La portata del dovere di motivazione varia a seconda della natura e della rilevanza delle questioni trattate e deve essere parametrata alla luce delle circostanze del caso concreto. In linea generale, [...]
Difesa - atti - aspetti sostanziali e formalistici  Il diritto di poter adire l’Autorità Giudiziaria, sancito dall’articolo 6 CEDU, non si manifesta come diritto assoluto ma può essere assoggettato a limitazioni da parte di uno Stato membro. Tali limitazioni appaiono conformi all’articolo de quo solo ed esclusivamente nel caso in cui esse perseguano uno scopo legittimo tra i quali [...]
Giusto processo - impugnazione straordinaria - riapertura del procedimento - principi generali In caso di violazione dei principi sanciti all’articolo 6 CEDU la Corte, pur non potendo ordinare la riapertura del procedimento nazionale, può, in ogni caso, indicare tale rimedio, o una differente impugnazione straordinaria, quale possibile emenda alla violazione stessa. A fronte della riapertura [...]
M.A.E. – rifiuto di consegna – territorialità italiana – presupposti Perché operi la casistica del rifiuto di consegna di cui all’art. 18, lett. p), legge n. 69/2005, in ragione della “territorialità” italiana (art. 6, comma 2, c.p.) del reato oggetto del m.a.e. estero è indispensabile che l’eventuale concomitante (e potenzialmente preminente) giurisdizione italiana emerga in [...]
Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale   e all'ordinamento penitenziario. (GU n.154 del 4-7-2017) APRI PDF  
Comunicato relativo al decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 90, recante «Attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attivita' criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE   e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i [...]
Giusto processo – Reformatio in peius della sentenza assolutoria di primo grado – Rinnovazione della istruzione dibattimentale – Immediatezza Qualora il giudizio di impugnazione riguardi la integrale rivalutazione della responsabilità dell’imputato e il giudice d’appello intenda, sulla base di un diverso apprezzamento delle prove a carico, riformare il verdetto assolutorio di primo [...]
Citazione a giudizio- nullità- elezione di domicilio- notifica eseguita al difensore - sanatoria- condizioni - limiti Secondo le Sezioni Unite, la nullità della citazione a giudizio che sia stata eseguita mediante consegna al difensore di fiducia anzichè presso il domicilio dichiarato o eletto, non può essere sanata qualora il difensore, nel dedurre la nullità, non abbia allegato [...]
Esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto - reati di competenza del giudice di pace - inapplicabilità Le Sezioni Unite hanno escluso l'applicabilità della causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, prevista dall'art. 131 bis c.p.p., nei procedimenti relativi ai reati di competenza del giudice di pace.
Misure cautelari reali - richiesta di riesame - modalità di presentazione - cancelleria del Tribunale in cui si trovano le parti private o i difensori Le Sezioni Unite, intervenute sulla modalità di presentazione del riesame di misure cautelari reali, hanno stabilito che la richiesta di riesame può essere presentata anche nella cancelleria del Tribunale ovvero del giudice di pace del luogo in [...]
Libertà personale - divieto di tortura e trattamenti degradanti- aspetto sostanziale e procedurale L’articolo 3 CEDU sancisce il divieto di tortura e di trattamenti inumani e degradanti sotto un duplice profilo: sostanziale e procedurale. In entrambi i casi il divieto de quo appare inscindibilmente connesso alla dignità umana. L’uso sproporzionato, ingiustificato e smodato della forza, da [...]
Attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento [...]
Particolare tenuità del fatto – archiviazione – iscrizione nel casellario – esclusione - ricorso per cassazione – limiti Il provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto non è ricorribile per cassazione, ad esclusione delle ipotesi previste nel comma 6 dell’art. 409 c.p.p. (casi di nullità previsti dall’art. 127, comma 5, c.p.p.) sia perché espressamente [...]
Ricorso per cassazione – inammissibilità – motivi - manifesta infondatezza – criteri di valutazione Il giudice di legittimità, ai fini della declaratoria di inammissibilità del ricorso, non deve operare una arbitraria delibazione sulla infondatezza (mera o manifesta) dei motivi, ma deve valutare: con riferimento ai motivi con i quali si deducono inosservanza o erronea applicazione di [...]
Libertà personale - asilo politico -  onere della prova In caso di lamentata violazione dell’art. 3 CEDU - connessa al rigetto di una richiesta di asilo politico - la Corte deve, in primis, valutare le circostanze poste a fondamento della possibile violazione che fossero state note - o che tali dovrebbero essere - al momento dell’espulsione del soggetto. Secondariamente, se il [...]
Procedimenti speciali – giudizio abbreviato – dichiarazioni rese alla p.g. in assenza del difensore – utilizzabilità – esclusione La norma posta dall’art. 350, comma 7, c.p.p., facendo eccezione alle disposizioni poste dai commi precedenti (oltre che al generale principio del nempo tenetur se detegere, di cui sono espressione gli artt. 63 e 64 c.p.p.), non è suscettibile di [...]
Giudice dell'esecuzione- concorso formale e reato continuato- riconoscimento della continuazione- rideterminazione della pena- condizioni - limiti Le Sezioni Unite Penali della Corte di cassazione hanno affermato che in tema di applicazione della continuazione in sede esecutiva il giudice è tenuto, nella determinazione della pena, al rispetto del limite del triplo della pena stabilita per la [...]
Impugnazioni- sentenza predibattimentale d'appello- violazione del contraddittorio- nullità- prevalenza della causa di estinzione del reato  Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che nell'ipotesi di sentenza predibattimentale d'appello, pronunciata in violazione del contraddittorio, con la quale, in riforma della sentenza di condanna di primo grado, è stata dichiarata [...]

   N. 4/2017

fascicolo4

pdf ico

EDITORIALE                                                                                                                                        ita/eng

Riforme-zibaldone, legislazione “giurisprudenziale” e gestione della prassi processuale - L. Marafioti

 

SCENARI

Novità legislative interne - A. Famiglietti

Novità sovranazionali - E. Zanetti

De jure condendo - N. Triggiani

Corti europee - A. Boldrin

Corte costituzionale - F. Delvecchio

Sezioni Unite - P. Maggio

Decisioni in contrastoP. Corvi

 

AVANGUARDIE IN GIURISPRUDENZA
Cade l’obbligo dei riscontri anche per le dichiarazioni dell’imputato assolto in via definitiva per insussistenza del fatto. Corte Costituzionale, sentenza 26 gennaio 2017, n. 21 – Pres. Grossi; Rel. Lattanzi

La Corte costituzionale restringe ancora i confini della testimonianza assistita - G.M. Baccari

Non luogo a procedere: sentenza processuale o di merito? Corte di Cassazione, Sezione V, sentenza 27 gennaio 2017, n. 4175 – Pres. Bruno; Rel. Settembre

Ancora incertezze sulla natura della sentenza di non luogo a procedere - P.G. Zaminga

Inammissibile l’impugnazione della misura cautelare reale una volta intervenuta la sentenza di condanna. Corte di Cassazione, sez. VI, sentenza 23 dicembre 2016, n. 54752 – Pres. Paoloni; Rel. Scalia

Il principio di assorbimento in materia cautelare reale: nessuna rivalutazione del fumus commissi delicti dopo il passaggio dal sequestro preventivo alla confisca - F. Tribisonna

La revisione è inammissibile se la condanna attiene alle sole statuizioni civili. Corte di Cassazione, sezione II, sentenza 9 novembre 2016, n. 2656 – Pres. Diotallevi; Rel. Di Pisa

Le condanne civili statuite nel processo penale non sono impugnabili per revisione - R. Normando

Le Sezioni Unite escludono la rilevabilità della prescrizione in relazione ai capi della sentenza oggettivamente complessa impugnati con motivi inammissibili. Corte di Cassazione, Sezioni Unite, Sentenza 27 maggio 2016, N. 6903 – Pres. Canzio; Rel. Cammino

Impugnazione cumulativa parzialmente inammissibile e immediata declaratoria delle cause di non punibilità - R. Fonti

Overruling sfavorevole in appello e prova tecnico-scientifica: non opera l’obbligo di rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale. Corte di cassazione, sezione v, sentenza 13 gennaio 2017, n. 1691 – pres. Lapalorcia; rel. Morelli

Riforma in pejus della sentenza di proscioglimento e rinnovazione in appello della prova tecnico-scientifica di tipo dichiarativoà - R. Rizzuto

Le Sezioni Unite risolvono l’annosa questione in tema di ammissibilità dell’atto di appello non correlato alla decisione impugnata. Corte di cassazione, sezioni unite, sentenza 22 febbraio 2017, n. 8825 – pres. Canzio; rel. Andronio

La specificità estrinseca dei motivi di appello come requisito di ammissibilità dell’appello: la fine del favor impugnationis - A. Pulvirenti

 

 

DIBATTITI TRA NORME E PRASSI

Il dies a quo per la costituzione della parte civile: aspetti critici e prassi devianti - L. Belvini

Informatica e processo penale - L. Cuomo-L. Giordano

 

ANALISI E PROSPETTIVE

Giudice 2.0 e uso del sapere specialistico nel processo penale - G. Carlizzi

 

INDICI
Indici