Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più

processo penale e giustizia

direzione di Adolfo Scalfati

biblioteca univ bologna

melk abbey austria (1)

photo (1)

oxford univ library

photo (2)

photo

Termini per appellare – malattia invalidante del difensore in prossimità della scadenza – rimessione nei termini – esclusione In tema di restituzione nel termine, l'impedimento assoluto del difensore è invocabile quale causa di forza maggiore ai sensi dell'art. 175 c.p.p., laddove esso abbia inciso sulla presentazione dell'impugnazione di una sentenza, in quanto la complessità e la [...]
Misure cautelari reali – sentenza di condanna non definitiva – fumus delicti – impugnazione cautelare - inammissibilità. In tema di misure cautelari reali, il giudice della cautela non può, una volta intervenuta la sentenza di condanna non definitiva, pronunciarsi sulla sussistenza del fumus delicti accertato in sede di cognizione; conseguentemente è inammissibile l’impugnazione [...]
Misura di prevenzione patrimoniale - morte del soggetto pericoloso - beni suscettibili di confisca - condizioni - limiti Secondo le Sezioni Unite, nel caso di azione di prevenzione patrimoniale proseguita o esercitata dopo la morte del soggetto socialmente pericoloso, la confisca può riguardare anche i beni che erano nella disponibilità del de cuius, ma fittiziamente intestati o trasferiti a [...]
Appello - divieto di reformatio in peius - provvisionale - domanda prorosta dalla parte civile non appellante - esclusione Le Sezioni unite della Corte di cassazione hanno affermato che non viola il principio devolutivo né il divieto di reformatio in peius la sentenza di appello che accolga la richiesta di una provvisionale proposta per la prima volta in quel giudizio dalla parte civile non [...]
Impugnazioni straordinarie – ricorso straordinario – errore di fatto - presupposti L’errore di fatto verificatosi nel giudizio di legittimità e oggetto del rimedio previsto dall'art. 625 bis c.p.p., consiste in un errore percettivo causato da una svista o da un equivoco in cui la Corte di cassazione sia incorsa nella lettura degli atti interni al giudizio stesso e connotato dall'influenza [...]
Esecuzione – carceri - spazio minimo individuale – computo – modalità L’indicazione funzionale dello spazio minimo individuale come spazio destinato al movimento è tale da comportare la necessità di escludere dal computo quelle superfici occupate da strutture tendenzialmente fisse – tra cui il letto – mentre non rilevano gli altri arredi facilmente amovibili. In rapporto [...]
Misure cautelari reali – reati tributari – sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente – rateizzazione – rilevanza La previsione contenuta nel d. lgs. n. 74 del 2000, art. 12 bis, come introdotte dal d.lgs. n. 158 del 2015, secondo la quale la confisca (sia diretta che per equivalente) «non opera per la parte che il contribuente si impegna a versare all'erario anche [...]
Sentenza contumaciale - procedimenti in corso - remissione in termini per la proposizione dell'appello -  proponibilità del rito alternativo Le Sezioni Unite della Corte di cassazione hanno affermato che l'imputato, rimesso nel termine per appellare la sentenza contumaciale di primo grado per omessa conoscenza del procedimento, ai sensi dell’art. 175, comma 2, cod. proc. pen., nel [...]
Giudizio abbreviato – indagini difensive – deposito successivamente alla richiesta di rito abbreviato – inammissibilità Una volta richiesto il rito abbreviato nella formulazione “secca” di cui al comma 1 dell’art. 438 c.p.p., nessuna prova, documentale od orale, può essere acquisita. La richiesta da parte dell’imputato del rito abbreviato comporta l’accettazione del giudizio [...]
Affidamento in prova ex art. 94 D.P.R. 309/1990 – Stupefacenti – scioglimento del cumulo tra pene – reato c.d. ostativo - violazione di legge. E’ viziata, per erronea applicazione di legge, l’ordinanza con la quale il Tribunale di sorveglianza, ammette il condannato all’affidamento in prova al servizio sociale ex art. 94 del D.P.R. 309/1990, mediante lo scioglimento del cumulo tra [...]
Tenuità del fatto – applicazione nel giudizio di cassazione – condizioni – non espressa esclusione da parte del giudice del merito – necessità L’istituto della non punibilità per particolare tenuità del fatto previsto dall’art. 131 bis c.p.p., avendo natura sostanziale, è applicabile, per i fatti commessi prima dell’entrata in vigore del d. lgs. 16 marzo 2015, n. 28, anche ai [...]
Revisione – giudizio di ammissibilità – sommaria delibazione – anticipazione della valutazione di merito – annullamento con rinvio  Il giudizio di ammissibilità della richiesta di revisione, pronunciato inaudita altera parte, ex art. 634 c.p.p., deve essere contenuto nei limiti della sommaria delibazione e se vi è una indebita anticipazione della valutazione di merito detta [...]
Appello – tantum devolutum quantum appellatum – punti della sentenza – circostanze del reato e trattamento sanzionatorio – connessione essenziale - non sussistenza – rinuncia ai motivi di appello – conseguenze Il principio tantum devolutum quantum appellatum consente al giudice di appello di esaminare i punti non espressamente indicati nei motivi di impugnazione, a condizione che [...]
Indagini preliminari – personale A.r.p.a.t. – qualifica di p.g. – sussistenza La normativa di riferimento in materia di personale dell’A.r.p.a.t. riveste indubbio carattere generale, relativo cioè all’intero territorio nazionale, come (implicitamente) richiesto dall’art. 57 c.p.p. proprio in tema di attribuzione delle funzioni di polizia giudiziaria. Poiché la tutela [...]
Avviso di fissazione udienza preliminare - mancata notifica - nullità - regime Le Sezioni Unite hanno affermato che l'omessa notifica all'imputato dell'avviso di fissazione dell'udienza preliminare all'imputato integra una nullità assoluta, insanabile e rilevabile d'ufficio dal giudice in ogni stato e grado del procedimento.
Reato continuato- reati satellite- poteri del giudice dell'esecuzione- determinazione di pena- limiti Secondo le Sezioni Unite, il giudice dell'esecuzione, in sede di applicazione della disciplina del reato continuato, non può quantificare gli aumenti di pena per i reati satellite in misura superiore a quelli fissati dal giudice della cognizione con la sentenza irrevocabile di condanna.
Acquisizione tabulati telefonici – parlamentare – assenza di autorizzazione – violazione art. 3 legge n. 140 del 2003 – divieto di acquisizione – inutilizzabilità. L’acquisizione di tabulati telefonici relativi ad utenze riferibili ad un parlamentare, senza la preventiva autorizzazione della Camera di appartenenza è vietata dall’art. 4 della legge n. 140 del 2003, pertanto in [...]
Prove – dichiarazioni persona offesa in indagini – acquisizione ex art. 512 c.p.p. – valutazione Le dichiarazioni predibattimentali rese in assenza di contraddittorio, ancorché legittimamente acquisite, non possono fondare in modo esclusivo o significativo l’affermazione di responsabilità penale. Nel caso di condanna basata sulle dichiarazioni della persona offesa, acquisite ai sensi [...]
Indagini preliminari – accertamenti urgenti – alcoltest – rifiuto di sottoporvisi - avvertimento del diritto di assistenza difensiva – obbligo – sussistenza L’avvertimento della facoltà di farsi assistere da un difensore, ex art. 114 disp. att. c.p.p., deve essere rivolto dagli organi di Polizia stradale al conducente del veicolo, nel momento in cui viene avviata la procedura di [...]
Impugnazioni – condanna alla sola pena pecuniaria – sospensione della pena senza richiesta – interesse a impugnare del condannato – sussistenza La sospensione condizionale della pena senza richiesta dell'imputato e nelle ipotesi di condanna alla sola pena pecuniaria lede l’interesse dell’imputato – poiché potrebbe incidere sulla sospensione della pena detentiva agendo la pena [...]
Imputato - diritto al silenzio - esercizio in sede di convalida dell'arresto - conseguenze - diniego del beneficio della non menzione - illegittimità La decisione del giudice a quo di basare il diniego del beneficio della non menzione sull’esercizio, da parte della persona indagata, del diritto di avvalersi della facoltà di non rispondere, in sede di interrogatorio di fronte al g.i.p., è [...]
Truffa aggravata - locus commissi delicti - competenza. Nell’ipotesi di tuffa contrattuale realizzata attraverso la vendita dei beni on line, ove il pagamento, da parte della parte offesa, avvenga tramite bonifico bancario con accredito sul conto corrente dell’agente, il reato si consuma nel luogo in cui costui consegue l’ingiusto profitto (riscossione della somma) e non già in quello in [...]
Ne bis in idem - Reati Tributari Con l'arresto in esame i giudici di Strasburgo tessono le fila del case law sedimentatosi in tema di ne bis in idem, con particolare riferimento alla "duplicazione" di procedimenti (fiscali e penali) in materia d'imposte. La ratio dell'art. 4 del Settimo Protocollo addizionale alla Cedu, avente ad oggetto proprio il diritto a non essere giudicati o puniti due [...]
Attuazione della direttiva 2014/42/UE relativa al congelamento e alla confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato nell'Unione europea (GU n.262 del 9-11-2016 ) APRI PDF
Decreto penale di condanna – opposizione – prescrizione – sentenza ex art. 129 c.p.p. da parte del g.i.p. – abnormità La sentenza di proscioglimento emessa dal g.i.p. successivamente all’opposizione a decreto penale di condanna è affetta da abnormità genetica o funzionale poiché il giudice è vincolato in tale fase all’adozione degli atti di impulso previsti dall’art. 464 [...]
Libertà personale - Cooperazione giudiziaria - MAE <<La nozione di «autorità giudiziaria», di cui all’articolo 6, paragrafo 1, della decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri, come modificata dalla decisione quadro 2009/299/GAI del Consiglio, del 26 febbraio 2009, è una [...]
Libertà personale - Cooperazione giudiziaria - MAE <<L’articolo 8, paragrafo 1, lettera c), della decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri, come modificata dalla decisione quadro 2009/299/GAI del Consiglio, del 26 febbraio 2009, deve essere interpretato nel senso che costituisce [...]
Impugnazioni - sentenza di condanna - reato abrogato - trasformazione in illecito civile - giudice dell'impugnazione -revoca delle statuizioni civili Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che, in caso di sentenza di condanna relativa a un reato successivamente abrogato e qualificato come illecito civile ai sensi del d.lgs. 15 gennaio 2016, n. 7, il giudice dell’ [...]
Libertà personale - Cooperazione giudiziaria - Reciproco riconoscimento <<L’articolo 17, paragrafi 1 e 2, della decisione quadro 2008/909/GAI del Consiglio, del 27 novembre 2008, relativa all’applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle sentenze penali che irrogano pene detentive o misure privative della libertà personale, ai fini della loro esecuzione nell’Unione [...]
La Direttiva (UE) 2016/1919 stabilisce norme minime comuni circa il diritto al gratuito patrocinio nell'ambito dei procedimenti penali e dei procedimenti di esecuzione del mandato di arresto europeo. APRI PDF

   N. 6/2016

FASCICOLO 6

pdf ico

EDITORIALE                                                                                                                                        ita/eng

Ordine europeo di indagine penale e investigazioni difensive - F.M. Grifantini

 

SCENARI

Novità legislative interneC. Pansini

Novità sovranazionali - F. Manfredini

De jure condendo - M. Colamussi

Corti europee - F. Bardelle

Corte costituzionale - W. Nocerino

Sezioni unite - T. Alesci

Decisioni in contrastoP. Corvi

 

AVANGUARDIE IN GIURISPRUDENZA
Ribaltamento della decisione in appello, rinnovazione istruttoria e controllo di legittimità (Corte di Cassazione, Sezioni Unite, sentenza 28 aprile 2016, n. 27620, Pres. Canzio; Rel. Conti)

Prova in appello: un difficile bilanciamento - A. Capone

Sulla revoca e la modifica del DASPO provvede il G.i.p. (Corte di Cassazione, Sezione III, sentenza 15 giugno 2016, n. 24819 – Pres. Fiale; Rel. Mengoni)

“Nuovi” poteri al giudice nella convalida delle misure contro la violenza sportiva  - M.F. Cortesi

Ius corrigendi in esecuzione sull’abolitio criminis non dichiarata in giudizio (Corte di Cassazione, Sezioni Unite, sentenza 23 giugno 2016, n. 26259 – Pres. Agrò; Est. Cammino)

“Giudicato liquido ” e nuove potenzialità dell’esecuzione penale - N. Russo

L’assenza del querelante davanti al giudice di pace equivale a remissione tacita della querela (Corte di Cassazione, Sezione V, sentenza 12 luglio 2016, n. 29209 – Pres. Palla; Rel. De Gregorio)

La remissione tacita della querela nell’assenza consapevole della persona offesa al cospetto del giudice di paceW. Nocerino

I confini del sindacato del Gup in relazione alla sentenza di non luogo a procedere (Corte di Cassazione, Sezione VI, sentenza 27 aprile 2016, n. 17385 – Pres. Citterio; Rel. Bassi)

Genesi ed evoluzione della regola di giudizio in udienza preliminareE. De Santis

 

DIBATTITI TRA NORME E PRASSI

La tutela del segreto esterno: “virgin mind” del giudice e nuovi media - C. Intrieri-F. Piqué

Reciproco riconoscimento nei Paesi UE delle misure cautelari non custodialiR. Puglisi

Rogatoria internazionale e “giusto processo”N. Galantini

 

ANALISI E PROSPETTIVE

Il vulnus al diritto di difesa derivante dall’obbligo professionale di segnalare le c.d. operazioni sospette - A. Diddi

La presunzione d’innocenza nella Direttiva n. 216/343/UE: per aspera ad astra - C. Valentini

 

INDICI
Indici