iovino

home / Archivio / Fascicolo / Sospensione del procedimento disciplinare ed efficacia extrapenale del giudicato nel settore delle ..

indietro stampa articolo indice leggi articolo leggi fascicolo


Sospensione del procedimento disciplinare ed efficacia extrapenale del giudicato nel settore delle libere professioni

di Pietro Zoerle, Assegnista di ricerca in Diritto processuale penale - Università degli Studi di Milano

La disciplina dei rapporti tra processo penale e procedimento disciplinare nel settore delle libere professioni rappresenta una sintesi tra le esigenze di autonomia dell’azione disciplinare e di coerenza tra le decisioni dei due diversi giudizi. Sono state operate scelte di compromesso che rendono il quadro normativo non semplice da decifrare, considerando anche l’adozione di soluzioni eterogenee per ciascuna categoria professionale.

Suspension of the disciplinary proceeding and effects of the criminal judgment in the field of liberal professions

The framework of relations between criminal trial and disciplinary proceeding relating to liberal professions represents a synthesis between the need for autonomy of the disciplinary action and coherence between the decisions of the two different proceedings. The compromise choices which have been made are not easy to decipher, moreover if we consider the heterogeneous solutions provided for each professional category.

Il difficile equilibrio tra autonomia e dipendenza nei rapporti tra i diversi procedimenti

La condotta illecita tenuta da un libero professionista può assumere una «plurima valenza patologica» [1]: in particolare, può costituire un reato, oggetto dell’azione penale da parte del pubblico ministero, e anche un illecito disciplinare, oggetto della relativa azione da parte dell’organo competente dei singoli ordini professionali.

La diversa natura dell’illecito può determinare la celebrazione di due distinti procedimenti, uno penale, diretto all’accertamento del reato, e un altro disciplinare, diretto all’accertamento della condotta che costituisce una violazione di carattere deontologico, secondo le regole proprie dei due differenti sistemi.

Peraltro, in tutti i casi in cui vi sia identità tra i fatti oggetto del processo penale e quelli di un altro procedimento - di natura disciplinare, civile o amministrativa - si prospetta il problema del possibile contrasto tra gli epiloghi decisori.

Si tratta di stabilire se l’ordinamento possa tollerare che lo stesso fatto venga ricostruito in maniera difforme oppure se l’accertamento effettuato nel processo penale debba prevalere in qualsiasi altra sede.

Se si accoglie la tesi secondo cui ciascuna azione - penale, civile, amministrativa, [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social