Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più

processo penale e giustizia

direzione di Adolfo Scalfati

biblioteca univ bologna

melk abbey austria (1)

photo (1)

oxford univ library

photo (2)

photo

Ricorso per cassazione – provvedimenti cautelari - imputato – presentato personalmente – legge 103/2017 – inammissibilità - tempus regit actum È inammissibile il ricorso per cassazione avverso un provvedimento cautelare proposto personalmente dall’indagato dopo l’entrata in vigore della legge 103/2017; invero il riconoscimento del diritto di impugnazione dei provvedimenti [...]
Rito abbreviato – perizia psichiatrica – vizio di mente – ammissibilità La richiesta di perizia psichiatrica per l’accertamento di eventuali vizi di mente, totali o parziali, non è in astratto inconciliabile con il rito abbreviato, la cui ammissione presuppone che l’imputato abbia la piena capacità di intendere e di volere; spetta tuttavia al giudice di merito la valutazione delle [...]
Accertamenti tecnici non ripetibili – Attività di individuazione e prelievo di reperti utili per la ricerca del DNA – Inapplicabilità delle previste garanzie difensive – Non fondatezza. Non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale dell'art. 360 c.p.p., sollevate ex artt. 24 e 111 Cost., laddove non prevede che le garanzie difensive sancite da detta norma riguardino anche [...]
Ricorso per cassazione – imputato – presentato personalmente – legge 103/2017 – tempus regit actum In assenza di specifiche disposizioni transitorie circa il regime normativo da applicare ai ricorsi per cassazione presentati personalmente dall’imputato, ai sensi dei previgenti artt. 517, comma 1, e 613, comma 1, c.p.p., ma trattati dalla Corte di Cassazione dopo l’entrata in vigore [...]
Secondo quanto previsto dall'art. 86 TFUE, con il regolamento 2017/1939 del 12 ottobre 2017 è stata istituita la Procura europea, tramite la cooperazione rafforzata, a cui hanno aderito 20 Stati membri, compresa l'Italia. APRI PDF
Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate. (17G00176) (GU n.258 del 4-11-2017) APRI PDF
Connessione teleologica - identità autori - legame finalistico Secondo le Sezioni Unite, ai fini della connessione teleologica di cui all'art. 12 comma 1, lett. c) c.p.p., non è richiesta l'identità tra gli autori del reato fine e quelli del reato mezzo, pur essendo necessario individuare un effettivo legame finalistico fra i reati.
Coimputato non impugnante - declaratoria di estinzione del reato per prescrizione - effetto estensivo - ammissibilità - limiti Le Sezioni Unite hanno stabilito che, nel caso di concorso di più persone in uno stesso reato, l'effetto estensivo della declaratoria di estinzione del reato per prescrizione non opera in favore del coimputato non impugnante, allorquando la causa di estinzione sia [...]
Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza. (17G00170) (GU n.254 del 30-10-2017) APRI PDF
Appello - Reformatio in peius – giudizio di rinvio Nel caso in cui la sentenza di appello sia stata annullata per ragioni diverse da quelle di tipo esclusivamente processuale, il divieto di reformatio in peius, che opera anche nel giudizio di rinvio, va rapportato non alla sentenza di primo grado, ma a quella annullata. APRI PDF
libertà personale - divieto di tortura - aspetto sostanziale e processuale L’articolo 3 cedu, nell'esprimere il generale divieto di tortura e di trattamenti inumani e degradanti, ne contempla un duplice aspetto: sostanziale e processuale. Tali profili risultano interconnessi ed inscindibili posto che, come disposto dall’articolo 1, la Convenzione sancisce diritti pratici e non solamente [...]
Archiviazione – particolare tenuità del fatto – opposizione – persona offesa. In ipotesi di richiesta di archiviazione per particolare tenuità del fatto ex art. 411, comma 1-bis, c.p.p., l’opposizione della persona offesa che si limiti a illustrare le ragioni del dissenso senza indicare investigazioni suppletive e relativi elementi di prova, non può essere, per tale ragione, [...]
Registrazione di conversazioni – whatsapp – prova documentale – utilizzabilità – acquisizione del supporto. La registrazione di conversazioni svoltesi sul canale informatico denominato “whatsapp”, costituisce una forma di memorizzazione di un fatto storico, della quale si può certamente disporre legittimamente ai fini probatori, trattandosi di una prova documentale, tuttavia, [...]
Giudizio di rinvio - deposito ordinanza del Tribunale del Riesame - termini - decorrenza Nel giudizio di rinvio a seguito di annullamento dell'ordinanza che ha disposto o confermato la misura coercitiva, il tribunale del riesame non può disporre, nel caso di particolare complessità  della motivazione, il deposito della ordinanza in un termine non eccedente  il quarantecinquesimo [...]
Sequestro preventivo - sentenza - confisca - terzo proprietario del bene - restituzione - mezzi di impugnazione Il terzo, prima che la sentenza sia divenuta irrevocabile, può chiedere al giudice della cognizione la restituzione del bene sequestrato, e in caso di diniego, proporre appello dinanzi al tribunale del riesame. Qualora sia stata erroneamente proposta opposizione mediante incidente di [...]
Misure cautelari reali - richiesta di riesame - modalità di presentazione - cancelleria del Tribunale in cui si trovano le parti private o i difensori Le Sezioni Unite della Corte di cassazione, pronunciandosi in tema di impugnazioni di misure cautelari reali, hanno affermato il principio secondo cui la richiesta di riesame può essere presentata, oltre che presso la cancelleria del tribunale [...]
Disposizioni di modifica del Libro XI del Codice di procedura penale in materia di rapporti giurisdizionali con autorità straniere.(GU n.242 del 16-10-2017) APRI PDF
Azione risarcitoria ai sensi dell'art. 35-ter L. 26 luglio 1975, n. 354 – Istanza proposta da detenuto affidato in prova al servizio sociale - Competenza - Magistrato di sorveglianza - Giudice civile La sentenza in esame solleva un contrasto in ordine alla fattispecie, non contemplata dall’art. 35 ter ord. pen., dell’istanza riparatoria proposta dal detenuto che stia espiando la pena in [...]
Misure cautelari – revoca – sostituzione – avviso alla persona offesa – art. 299, commi 2 bis e 3, c.p.p. L’avviso alla persona offesa della revoca o della sostituzione della misura cautelare, previsto dall’art. 299, commi 2 bis e 3, c.p.p., è obbligatorio, in caso di reati con violenza sulla persona, solo quando vi è un concreto pericolo di intimidazione, ritorsione o [...]
Intercettazioni telefoniche – messagistica Blackberry – rogatoria internazioale In tema di intercettazioni telefoniche l’acquisizione del traffico telematico, costituito dalla messagistica scambiata mediante sistema protetto Blackberry (c.d. “pin to pin”), non necessita di rogatoria internazionale qualora le comunicazioni siano avvenute in Italia, a nulla rilevando che per decriptare [...]
Libertà personale – reati commessi dalle forze dell’ordine – divieto di tortura. Nei casi in cui taluno si trovi privato della propria libertà personale, sotto il controllo o nella custodia delle forze dell’ordine, o semplicemente a contatto con queste per un accertamento o per rilasciare dichiarazioni, deve considerarsi assoggettato alla disponibilità dell’autorità statale [...]
Giusto processo - prove - diritti e garanzie difensive Nel valutare una violazione all’articolo 6, § 3, Cedu, la Corte deve esaminare l’equità del processo nella sua interezza, oltre al contemperamento dei diritti della difesa, delle persone offese e dell’interesse pubblico (tra le altre anche Taxquet v. Belgio [GC], n. 926/05, § 84 , CEDU 2010 eAl-Khawaja e. Tahery contro Regno Unito [...]
Esecuzione – Pene detentive - Sospensione dell'esecuzione - Richiesta correlata ad una istanza di affidamento in prova al servizio sociale ex art. 47, comma 3 bis, ord. pen. - Limiti edittali - Individuazione . Secondo il disposto dell’art. 656, comma 10 c.p.p. il pubblico ministero sospende l'esecuzione dell'ordine di carcerazione, trasmettendo gli atti al tribunale di sorveglianza per [...]
Sentenza di non luogo a procedere – art. 425 c.p.p. – legge 103 del 2017 – entrata in vigore – impugnabilità – ricorso per cassazione. In difetto di una specifica disciplina intertemporale, le sentenze di non luogo a procedere, pronunciate ai sensi dell’art. 425 c.p.p., emesse prima dell’entrata in vigore delle norme di cui agli artt. 38,39 e 40 della legge n. 103 del 2017, [...]
Archiviazione – particolare tenuità del fatto – ricorso per cassazione – art. 409, comma 6, c.p.p. – iscrizione nel casellario giudiziario – provvedimento non definitivo – impugnazione – mancanza di interesse. Il provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto non è ricorribile per Cassazione, ad esclusione delle ipotesi previste dall’art. 409, comma 6, [...]
Il Comitato del Consiglio d’Europa per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) ha adottato, nel novembre 2016, dopo un sopralluogo effettuato nel mese di aprile, un rapporto concernente il trattamento delle persone private, a vario titolo, della libertà personale da parte di un’autorità pubblica nello Stato italiano. Il Report (in lingua inglese) [...]
Azione/Indagini preliminari - reati commessi dalle forze dell'ordine - accuratezza e completezza investigative Preliminarmente, la Corte osserva che il termine di 6 mesi per la proposizione del ricorso decorre dalla data di irrevocabilità della decisione emessa a seguito dell’ultimo rimedio interno disponibile. Tuttavia, se il ricorrente non dispone di un rimedio efficace, il termine decorre [...]
Libertà personale - divieto di trattamenti inumani o degradanti - condizioni detentive   Preliminarmente, la Corte osserva che, in caso di violazioni dell’articolo 3 Cedu dovute a condizioni di detenzioni inumane e degradanti, la mancata richiesta di un adeguato risarcimento non integri il mancato esaurimento dei rimedi interni, soprattutto se il ricorrente risulti ancora in stato di [...]
Archiviazione – particolare tenuità del fatto – assenza richiesta del P.M. – diritto di difesa – contraddittorio - lesione Il giudice per le indagini preliminari non può adottare il provvedimento di archiviazione per particolare tenuità del fatto in assenza di una specifica richiesta in tal senso del pubblico ministero; riconoscere al giudice tale facoltà comporterebbe infatti da un [...]
Impugnazioni - Cassazione - Beneficio della sospensione condizionale della pena - Richiesta al giudice di appello - Mancata concessione ed omessa motivazione del giudice sul punto - Annullamento con rinvio della sentenza . Nell’ipotesi in cui l’imputato abbia richiesto nell’atto di appello la concessione della sospensione condizionale della pena e il giudice di secondo grado non abbia [...]

Azione/Indagini preliminari - responsabilità medica - concreto ed effettivo accertamento

L’articolo 2 § 1 della Convenzione impone non solamente un esplicito obbligo di protezione della vita degli individui, ma anche un implicito dovere di adottare misure idonee per la salvaguardia della stessa. Tali principi si estendono all’ambito della sanità pubblica [così anche in Valerio Fuklev contro Ucraina, 6318/03, §§ 64-65, 16 gennaio 2014]. Tra queste misure è ricompreso il procedimento penale. È più volte evidenziato dalla Corte, difatti,  come l’articolo de quo preveda la necessità di un adeguato sistema medico-giudiziario in grado di accertare, sine dubbio, gli addebiti in tema di responsabilità medica. Tuttavia, in determinati casi, tale obbligo procedurale non implica necessariamente l’esercizio dell’azione penale come rimedio al danno subito. In tema di responsabilità medica l’obbligo sancito dall’articolo 2 può essere soddisfatto anche attraverso la predisposizione di rimedi civilistici o disciplinari. Compito della Corte è valutare se i rimedi predisposti dallo stato membro siano dotati di efficacia concreta, e non solamente teorica, concretizzandosi in un rapido e dettagliato esame del caso.[I principi espressi non risultavano violati nel caso di specie avendo lo stato estone, in un episodio di decesso a seguito di ricovero ed intervento medico, predisposto adeguati ed effettivi strumenti giuridici atti ad accertare eventuali responsabilità in capo al personale medico e sanitario].

APRI PDF

   N. 5/2017

copertina5 2017

pdf ico

EDITORIALE                                                                                                                                        ita/eng

I progetti di riforma del d.lgs. 231/2001 in Parlamento, tra aspettative e anticipati traguardi - A. Bernasconi

 

SCENARI

Novità legislative interne - A. Famiglietti

Novità sovranazionali - P. Zoerle

De jure condendo - L. Pulito

Corti europee - A. Sivier

Corte costituzionale - W. Nocerino

Sezioni Unite - T. Alesci

Decisioni in contrastoG. Bocellari

 

AVANGUARDIE IN GIURISPRUDENZA
Giudizio abbreviato d’appello e prova dichiarativa decisiva. Corte di cassazione, Sezioni Unite, 14 aprile 2017, n. 18620 – Pres. Canzio – Est. Piccialli

Le Sezioni unite e le condanne cartolari nel giudizio abbreviato d’appello - N. Rombi


Esclusa l’applicazione ex officio della sanzione sostitutiva in appello. Corte di cassazione, Sezioni Unite, sentenza 17 marzo 2017 n. 12872 – Pres. Canzio; Rel. Lapalorcia

I poteri del giudice di appello in materia di sostituzione delle pene detentive brevi - P. Corvi


Decesso del soggetto pericoloso e azione di prevenzione patrimoniale. Corte di cassazione, Sezioni Unite, sentenza 16 marzo 2017, n. 12621 – Pres. Fiale, Rel. De Amicis

Confisca di prevenzione e morte del soggetto ritenuto pericoloso: le Sezioni Unite definiscono i limiti applicativi - M.F. Cortesi


Limiti all’interesse della parte civile ad impugnare la condanna generica. Corte di cassazione, Sezione III, sentenza 27 marzo 2017, n. 14812 – Pres. Fiale; Rel. Aceto

La parte civile può impugnare la sentenza di condanna generica a seguito di riqualificazione giuridica del fatto? - R. Cencetti


Detenzione domiciliare speciale e preclusione all’accesso per condannate ex art. 4-bis ord. penit.: la censura della Corte costituzionale. Corte costituzionale, sentenza 12 aprile 2017, n. 76 – Pres. Grossi; Rel. Zanon

Verso il superamento delle presunzioni penitenziarie tra ragionevolezza in concreto e prevalenza dello “speciale interesse del minore” - E. Farinelli


Associazione mafiosa e adeguatezza esclusiva della custodia carceraria: la Corte costituzionale legittima la presunzione assoluta. Corte costituzionale, ordinanza 12 giugno 2017, n. 136 – Pres. Grossi; Rel. Lattanzi

Associati di mafia, carcere cautelare obbligatorio e (in)eccepibilità costituzionale - F. Centorame


La Consulta dichiara l’illegittimità del divieto di sospensione dell’esecuzione per i minori condannati per gravi reati. Corte costituzionale, sentenza 22 febbraio 2017, n. 90 – pres. Grossi; rel. Lattanzi

La Corte costituzionale afferma il diritto del minore alla sospensione dell’esecuzione - P. Maggio

 

 

DIBATTITI TRA NORME E PRASSI

La perizia tra potere dispositivo delle parti e iniziativa probatoria del giudice - D. Certosino

L’ufficiale di polizia giudiziaria a competenza limitata: un ruolo in espansione - F. Giunchedi

Problemi applicativi in ordine alla valutazione del materiale probatorio in tema di traffico illecito di sostanze stupefacentiE. Pilla

  

 

ANALISI E PROSPETTIVE

La difesa dell’ente sottoposto a procedimento penale - D. Cimadomo

La reparación económica a la víctima en el sistema EspañolH. Soleto-Muñoz

 

 

INDICI
Indici