Questo sito utilizza cookie per fini operativi e statistici, come descritto nella nostra Informativa sui cookie e su tecnologie analoghe. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze, visitare la nosta pagina sull uso dei cookie. Chiudendo questo banner, restando su questa pagina, o cliccando su qualsiasi elemento si acconsente al nostro utilizzo dei cookie. Per saperne di più

processo penale e giustizia

direzione di Adolfo Scalfati

biblioteca univ bologna

melk abbey austria (1)

photo (1)

oxford univ library

photo (2)

photo

Il 15 gennaio 2018 il Governo ha trasmesso alla Presidenza della Camera dei Deputati lo schema del decreto legislativo n. 501 recante “Riforma dell’Ordinamento penitenziario in attuazione della delega di cui all’articolo 1, commi 82, 83, 85, lettere a), b), c), d), e), f), h), i), l), m), o), r), s), t) e u), della legge 23 giugno 2017, n. 103”. Detto provvedimento, in data 16 gennaio [...]
Benefici penitenziari – Delitto ex art. 609 quinquies c.p. – Applicabilità solo sulla base dei risultati dell’osservazione scientifica della personalità condotta collegialmente per almeno un anno – Omessa equiparazione al delitto ex art. 609 bis, comma 3 c.p. - Infondatezza. Ế infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 4-bis, comma 1-quater, secondo periodo, [...]
Disposizioni in materia di intercettazioni di conversazioni o comunicazioni, in attuazione della delega di cui all'articolo 1, commi 82, 83 e 84, lettere a), b), c), d) ed e), della legge 23 giugno 2017, n. 103. (18G00002) (GU n.8 del 11-1-2018) APRI PDF
Giudizio abbreviato – sentenza di condanna – riduzione pena – contravvenzione – art. 442 c.p.p. – c.d. riforma Orlando L’art. 442, comma 2, c.p.p., come novellato dalla l. 103 del 2017, nella parte in cui prevede che, in caso di condanna, la pena che il giudice determina tenendo conto di tutte le circostanze è diminuita della metà, anziché di un terzo, se si procede per una [...]
Misure di prevenzione – personali – patrimoniali – pericolosità – d.lgs. 159/2011 Nessuna misura di prevenzione, personale o patrimoniale, può essere applicata lì dove manchi una congrua ricostruzione dei fatti idonei a determinare l’inquadramento del soggetto in una delle «categorie specifiche» di pericolosità espressamente tipizzate dal legislatore agli artt. 1 e 4 del d.lgs. [...]
Misure cautelari – arresti domiciliari – c.d. braccialetto elettronico – modalità di esecuzione – richiesta P.M. L’applicazione degli arresti domiciliari con il controllo del c.d. braccialetto elettronico non rappresenta una misura cautelare più gravosa rispetto all’arresto domiciliare “semplice”, invero l’applicazione del c.d. braccialetto elettronico costituisce una mera [...]
Sicurezza pubblica - pericolosità sociale - indiziato di appartenenza ad associazione di tipo mafioso - accertamento della attualità della pericolosità - necessità  In tema di misure di prevenzione, le Sezioni uniti penali della Corte di cassazione hanno affermato il seguente principio di diritto: “Nel procedimento applicativo delle misure di prevenzione personali agli indiziati di [...]
Elezione di domicilio – Notificazione del decreto di citazione per il giudizio al difensore di fiducia anziché presso il domicilio eletto o dichiarato – Nullità intermedia – Sanatoria – Esclusione La notificazione della citazione a giudizio mediante consegna al difensore di fiducia, anziché presso il domicilio dichiarato o eletto, determina una nullità a regime intermedio [...]
Rimessione del processo – denuncia penale – risarcimento danni – grave situazione locale. La proposizione da parte dell’imputato di una denuncia penale o di una azione volta ad ottenere il risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie, nei confronti di magistrati appartenenti al medesimo distretto giudiziario, non costituisce una “grave situazione [...]
Arresto in flagranza di reato – quasi flagranza – attività investigativa Non sussiste il requisito della “quasi flagranza”, legittimante l’arresto da parte della polizia giudiziaria, nelle ipotesi in cui l’arresto avvenga in seguito ad un’attività di investigazione, sia pure di breve durata, attraverso la quale la polizia giudiziaria raccolga elementi (dalla vittima, da terzi o [...]
Giudice dell’esecuzione – poteri – rideterminazione della pena – sentenza di incostituzionalità – prescrizione del reato – sentenza definitiva – procedimento di cognizione Rientra tra i poteri del giudice dell’esecuzione, adito per la rideterminazione della pena a seguito di sentenza dichiarativa di incostituzionalità, pronunciare l’estinzione per prescrizione del reato [...]
Il 21 dicembre 2017, l’Assemblea del Senato  ha approvato definitivamente (ma non ancora pubblicato) il ddl S. 2740, presentato dall’on. Bindi ed altri, recante “Disposizioni per la protezione dei testimoni di giustizia”. APRI PDF
Particolare tenuità del fatto - Non abitualità del comportamento - Criteri di determinazione della pena - Inapplicabilità della disciplina del giudizio di bilanciamento delle circostanze ex art. 69 cod. pen. – Manifesta infondatezza – Manifesta inammissibilità. Sono manifestamente infondate le questioni di legittimità costituzionale, sollevate, in riferimento agli artt. 3, 25 e 27 della [...]
Sostituto processuale - legittimazione alla costituzione di parte civile - esclusione Le Sezioni Unite hanno stabilito che il sostituto processuale del difensore, al quale soltanto la persona danneggiata abbia rilasciato la procura speciale al fine di esercitare l'azione civile nel processo penale, non è legittimato a costituirsi parte civile.
Appello - riforma della sentenza di condanna in primo grado - rinnovazione dell' istruzione dibattimentale - condizioni - limiti Il giudice d'appello, su ricorso dell'imputato avverso la sentenza di condanna, può pervenire alla riforma della decisione impugnata in senso assolutorio, senza procedere alla rinnovazione della istruzione dibattimentale, mediante l'esame dei soggetti le cui [...]
Ricorso per Cassazione - Ministero della giustizia - rigetto o inammissibilità del ricorso - condanna al pagamento delle spese processuali - limiti Secondo le Sezioni Unite, il Ministero della Giustizia, ricorrente avverso il provvedimento del Tribunale di Sorveglianza, in caso di rigetto o di inammissibilità del ricorso, non deve essere condannato al pagamento delle spese processuali e alle [...]
Ricorso per cassazione - legittimazione - difensore iscritto nell'albo - esclusione della parte personalmente Le Sezioni Unite hanno stabilito che, a seguito delle modifiche apportate dalla l. n. 103 del 2017 agli artt. 571 e 613 c.p.p., il ricorso per cassazione avverso qualsiasi tipo di provvedimento, anche in materia di misure cautelari personali, non può essere proposto personalmente dalla [...]
Remissione in termini – impugnazioni - errore di calcolo – caso fortuito – forza maggiore. L’errore commesso dal difensore nel calcolo dei termini per impugnare non rientra nelle ipotesi di caso fortuito o forza maggiore, le quali si concretizzano in forze non altrimenti superabili, pertanto va rigettata la richiesta di remissione in termini, poiché l’errore di calcolo poteva essere [...]
Il 12 dicembre 2017 è stato assegnato alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati il d.d.l. C. 4580, presentato dall’on. Di Lello il 10 luglio 2017, recante: "Modifiche agli articoli 424 e 429 del codice di procedura penale, in materia di motivazione nel giudizio dell'udienza preliminare".     APRI PDF    
Il 15 novembre 2017, la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati ha elaborato un testo unificato delle proposte di legge C. 4727, C. 4606, C. 4718, recante "Modifica dell'articolo 162-ter del codice penale, in materia di estinzione del reato per condotte riparatorie", di cui ha dato inizio all’esame. Per ulteriori approfondimenti sul punto si veda n.6/2017 di questa rivista nella rubrica [...]
Il 7 dicembre 2017, la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, in sede referente, ha iniziato l’esame abbinato delle proposte di legge C. 4058 ("Modifica all'articolo 420-ter del codice di procedura penale in materia di legittimo impedimento dell'avvocata nel periodo di maternità") e C. 4000 ("Modifiche al codice di procedura civile e al codice di procedura penale in materia di [...]
Il 14 novembre 2017 risulta assegnato alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, la proposta di legge C. 1849, presentata dall’on. Brunetta in data 25 novembre 2013, recante: "Modifiche all'articolo 13 del decreto legislativo 5 aprile 2006, n. 160, e all'articolo 192 dell'ordinamento giudiziario, di cui al regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, in materia di separazione delle carriere [...]
Il 27 novembre 2017 è stato assegnato alla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati il d.d.l. 4587, su proposta dell’on. Civati ed altri, per la "Istituzione della Procura nazionale della Repubblica per i reati finanziari e delle relative direzioni distrettuali". Lo scopo - secondo la relazione di accompagnamento - è quello di assicurare la specializzazione necessaria a fronteggiare [...]
Risulta assegnata alla Commissione Giustizia in sede referente, il 4 dicembre 2017, la proposta di legge C. 4737 dal titolo: "Modifiche agli articoli 282-bis e 282-ter del codice di procedura penale in materia di applicazione di misure cautelari personali", presentata dall’on. Morani il 15 novembre 2017, allo scopo di potenziare le garanzie a tutela della persona offesa dal reato.   APRI [...]
Archiviazione – particolare tenuità del fatto – opposizione dell’indagato - nullità É nullo il decreto con il quale il g.i.p., pur in presenza di opposizione dell’indagato, dispone de plano, omettendo l’esame dei motivi di opposizione, l’archiviazione per particolare tenuità del fatto. APRI PDF
Rapporti giurisdizionali con autorità straniere - Mandato di arresto europeo - Principio di specialità - Giudizio di esecuzione - Operatività - Ambito - Revoca della sospensione condizionale - Esclusione - Ragioni. Secondo un orientamento affermatosi nella giurisprudenza di legittimità, in tema di mandato di arresto europeo, il principio di specialità di cui all'art. 32 l. n. 69 del [...]
Sostituto del difensore – Diritto alla liquidazione erariale del proprio compenso - Manifesta inammissibilità E’ manifestamente inammissibilità la questione di legittimità costituzionale dell’art. 102, comma 2, c.p.p., sollevata, in riferimento all’art. 3 della Costituzione, laddove – secondo la prospettiva perseguita dal giudice rimettente, in contrasto con il diritto vivente [...]
Riesame delle ordinanze che dispongono una misura coercitiva – Omessa previsione svolgimento, su istanza degli interessati, nelle forme dell'udienza pubblica – Non fondatezza. Non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 309, comma 8, e 127, comma 6, c.p.p., sollevate, in riferimento agli artt. 3, 111, primo comma, e 117, primo comma, della Costituzione, [...]
Responsabilità da reato degli enti – legale rappresentante – imputato – indagato – art. 39 d.lgs. 231 del 2001 – nomina difensore – inefficacia In tema di responsabilità da reato degli enti, il legale rappresentante indagato o imputato del reato presupposto non può, in virtù del generale e assoluto divieto di rappresentanza previsto dall’art. 39 del d.lgs. 231 del 2001, [...]
Azione/Indagini preliminari - divieto di tortura – reati commessi dalle forze dell'ordine Qualora pervenga una denuncia credibile, afferente ad una violazione dell’articolo 3 Cedu, perpetuata da agenti dello stato, grava sull’autorità nazionale un implicito obbligo di indagine effettiva, determinato anche dal principio generale di cui all’articolo 1 Cedu, che impone agli Stati di [...]

Competenza della corte d'assise - sentenza dichiarativa di incompetenza - trasmissione degli atti- legittimità- condizioni 

Le Sezioni Unite Penali della Corte di cassazione hanno affermato che il tribunale, con la sentenza dichiarativa di incompetenza per materia per uno dei reati previsti dall’art. 51, comma 3 bis, cod. proc. pen., attribuiti alla competenza della corte di assise, deve trasmettere per il giudizio gli atti direttamente a questa, sempreché non sia stata dichiarata la competenza del giudice di altro distretto e, le funzioni di pubblico ministero e giudice dell’udienza preliminare siano state svolte rispettivamente dal pubblico ministero e dal giudice competenti funzionalmente ai sensi degli artt. 51, comma 3  bis, ultimo periodo e 328, comma 1  bis, cod. proc. pen.

APRI PDF

   N. 6/2017

copertina 6 2017

pdf ico

EDITORIALE                                                                                                                                        ita/eng

I confini operativi della regola di giudizio incarnata dal paradigma bard - E.M. Catalano

 

SCENARI

Novità sovranazionali - F. Manfredini

De jure condendo - M. Colamussi

Corti europee - G. Crepaldi

Corte costituzionale - W. Nocerino

Sezioni Unite - R.G. Grassia

Decisioni in contrastoP. Corvi

 

AVANGUARDIE IN GIURISPRUDENZA
Il giudice di legittimità può valutare gli “altri atti del processo” a contenuto probatorio. Corte di cassazione, Sezione III, sentenza 9 giugno 2017, n. 28697 – Pres. Savani; Rel. Di Stasi

Il revirement della Corte di cassazione in merito alla valutazione degli “altri atti del processo”. A proposito del novellato art. 606 c.p.p. - C. Cavaliere


Il diritto di presentare querela nell’interesse della società fallita. Corte di cassazione, Sezione V, sentenza 9 giugno 2017, n. 28746 – Pres. Nappi; Rel. Settembre

Il diritto dell’amministratore di una società fallita di presentare querela - F. Lucariello


Il ricorso straordinario per errore di fatto ed il giudizio di revisione: quali ambiti applicativi?. Corte di cassazione, Sezioni Unite, sentenza 17 marzo 2017, n. 13199 – Pres. Canzio; Rel. Fidelbo

Il ricorso straordinario per errore di fatto: un rimedio giuridico processuale oramai generalizzato per far valere gli errori percettivi - G. Ranaldi


Disponibilità di un’attività lavorativa ed accesso all’affidamento in prova. Corte di cassazione, Sezione I, sentenza 10 gennaio 2017, n. 19637 – Pres. Vecchio; Rel. Saraceno

Attività lavorativa e giudizio prognostico finalizzato alla concessione dell’affidamento in prova - G. Magliocca

 

 

DIBATTITI TRA NORME E PRASSI

La riforma Orlando: profili di diritto penale sostanziale - E.M. Ambrosetti

Processo penale e legge n. 103 del 2017: la riforma che non c’è - E. Lorenzetto

Le tre deleghe sulla riforma processuale introdotte dalla legge n. 103 del 2017 - P. Dell’Anno

  

 

ANALISI E PROSPETTIVE

Disorientamenti giurisprudenziali in tema di ne bis in idem e “doppio binario” sanzionatorio - F. Cassibba

Processo penale e mezzi di comunicazione di massa: un instabile stato dell’arte - G.P. Voena

 

 

INDICI
Indici