home / Novità / corte costituzionale / Corte cost., sent. 10 luglio ..

10/07/2019
Corte cost., sent. 10 luglio 2019, n. 169


argomento: corte costituzionale

» visualizza: il documento scarica file

PAROLE CHIAVE: - legge Pinto


COMMENTO

Equa riparazione per violazione della ragionevole durata del processo - Omesso deposito, da parte dell'imputato, dell'istanza di accelerazione del processo nei trenta giorni successivi al superamento dei termini di cui all'art. 2-bis della legge n. 89 del 2001 - Esclusione del riconoscimento dell'indennizzo - Illegittimità costituzionale 

È costituzionalmente illegittimo l’art. 2, comma 2-quinquies, lettera e), della legge 24 marzo 2001, n. 89 (Previsione di equa riparazione in caso di violazione del termine ragionevole del processo e modifica dell’articolo 375 del codice di procedura civile), nel testo introdotto dall’art. 55, comma 1, lettera a), n. 2, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (Misure urgenti per la crescita del Paese), convertito, con modificazioni, nella legge 7 agosto 2012, n. 134, laddove prevede che non è riconosciuto alcun indennizzo quando l’imputato non ha depositato istanza di accelerazione del processo penale nei trenta giorni successivi al superamento dei termini di durata ragionevole.



indietro

  • Giappichelli Social