iovino

home / Archivio / Fascicolo / Decisioni in contrasto

indietro stampa articolo indice leggi articolo leggi fascicolo


Decisioni in contrasto

di Giada Bocellari

Alcoltest e rifiuto del conducente: il diritto all’assistenza difensiva sorge con la richiesta di sottoporsi al test e prescinde dal consenso o dal rifiuto dell’interessato

(Cass., sez. IV, 30 aprile 2020, n. 13493)

Nella pronuncia in commento, la Suprema Corte torna sulla necessità dell’avvertimento di cui all’art. 114 disp. att. c.p.p. nel caso di rifiuto dell’imputato di sottoporsi all’alcoltest.

La questione affrontata, che attiene sostanzialmente all’identificazione del momento in cui deve ritenersi sorgere il diritto alle garanzie difensive, è sensibilmente controversa nella giurisprudenza di legittimità.

Secondo l’orientamento cui aderisce la Corte nella sentenza in esame (Cass., sez. IV, 21 febbraio 2018, n. 14651, non massimata; Cass., sez. IV, 24 gennaio 2018, n. 6526; Cass., sez. IV, 6 giugno 2017, n. 34383; Cass., sez. IV, 2016, n. 9236, non massimata), i dati normativi di riferimento - artt. 354, 356 c.p.p., 114 disp. att. c.p.p., 186, co. 3, 4, 5 e 7 C.d.S., nonché 379, co. 3 reg. esec. att. C.d.s. - depongono nel senso dell’applicazione al conducente delle garanzie difensive della procedura accertativa sin dal suo avvio, indipendentemente dalla scelta (successiva) dell’interessato di sottoporsi all’alcoltest ovvero di opporre un rifiuto.

Si evidenzia, a supporto di tale conclusione, come l’obbligo per la polizia giudiziaria di avvertire la persona sottoposta alle indagini che ha facoltà di farsi assistere dal difensore di fiducia, sorga, a norma dell’art. 114 disp. att. c.p.p., “nel procedere al compimento” dell’accertamento e, dunque, prima di procedervi.

Ne consegue che l’avvertimento della facoltà di farsi assistere da un difensore deve essere rivolto al conducente del veicolo nel momento in cui viene avviata la procedura di accertamento strumentale con la richiesta di sottoporsi al test. Ed è chiaro - evidenzia la Corte - che, in tale momento, la polizia giudiziaria non può ancora sapere se l’interessato si sottoporrà all’alcoltest o si rifiuterà di farlo.

Tale linea interpretativa - ritenuta valida anche [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio


  • Giappichelli Social